Muta delle galline. Cosa fare e che mangime dare!

7
cambio MANGIME muta galline

Se avete un pollaio sarà capitato anche a voi di vedere, ad un certo punto, le galline con poche piume e penne! Contemporaneamente avrete sicuramente notato una drastica diminuzione delle uova deposte. Niente di preoccupante, è solo la muta delle galline. Vediamo che mangime fornire loro per aiutarle a superare questo momento di forte stress.

Ho un pollaio composto da sei galline ovaiole, quattro di esse hanno circa un anno e mezzo mentre due hanno meno di un anno. Sono tutte livornesi (quelle di colore bianco), tranne una di colore nero. Proprio questa sta subendo la muta più velocemente delle altre e si vede!

Mangime per cambio muta galline

Su sei galline, solo le due più giovani non stanno perdendo le piume, per loro avverrà il prossimo autunno.

Mangime per cambio muta galline

In questa foto si vede bene la differenza tra la gallina di sinistra, che è in fase di muta, con quella di destra, che non ha ancora iniziato in quanto è più giovane.

– LEGGI ANCHE: Il pollaio perfetto (o quasi) per le galline ovaiole

Cos’è la muta delle galline

La muta è un evento del tutto naturale che colpisce indistintamente sia le galline che i galli. Di fatto, la muta è un processo che serve per rinnovare le penne e le piume delle galline, avviene una volta all’anno e generalmente inizia in autunno, tra settembre e novembre. La durata va da poche settimane a circa due mesi e prepara un nuovo manto di piume per l’inverno.

Nel mio caso, a parte una che ha iniziato a novembre, le altre tre, tra cui quella nera, hanno iniziato molto tardi, a dicembre inoltrato.

Mangime per cambio muta galline

Come accorgersi dell’inizio della muta delle galline

E’ facile accorgersi dell’inizio della muta delle nostre galline, iniziano a cadere prima le penne e le piume della testa e del collo, a tal proposito, fa sempre uno strano effetto vedere il collo nudo delle galline! Seguono poi le piume del petto, del corpo, delle ali ed infine della coda. Di fatto il pollaio è ricoperto da piume!

Questo è un periodo di forte stress per le nostre galline, possono infatti arrivare a perdere sino a 150 grammi di piume che dovranno essere per forza rimpiazzate in tempi brevi, per questo tutte le energie saranno dedicate al rinnovo del piumaggio e non alla deposizione delle uova, che infatti, si arresta quasi completamente.

Vediamo quali accorgimenti adottare per favorire questo ricambio di piumaggio.

Nuovo mangime proteico per la muta delle galline

Ho chiesto a più persone ed ho letto molto su questo “problema”, alla fine ho deciso di adottare una dieta diversa, molto più proteica, per dare alle galline un maggiore apporto di proteine e sostanze nutritive idonee alla produzione di cheratina (proteina alla base della formazione delle piume). Tenete poi conto che proprio ora sta arrivando il freddo (siamo a fine dicembre), quindi è importante che il rinnovo del piumaggio avvenga in tempi brevi.

-LEGGI ANCHE: Cosa dare da mangiare alle galline in inverno

Quale mangime per la muta delle galline? Per fornire loro un’alimentazione più ricca di proteine, ho acquistato del mangime per pulcini, che è estremamente proteico, l’ho poi mischiato al mangime ovaiola ed al misto polli (con girasole) che già utilizzavo per l’alimentazione invernale (video sul pollaio in inverno), nella percentuale del 30%.

mangime per cambio muta galline 8

Il mangime per pulcini è molto farinoso, quindi è normale che lo spargano per terra con le zampe. Ho poi integrato la loro dieta con erba e verdure fresche, tutti i giorni.

mangime per cambio muta galline

Questo mix di mangime iperproteico lo sospenderò quando si saranno riformate le piume della coda e delle ali, segno che la muta sta volgendo al termine. Riprenderò quindi col mi di ovaiola e misto polli sino alla fine dell’inverno.

Cosa dare da mangiare alle galline in inverno. Pollaio in inverno

L’importanza di un ricovero notturno protetto

Dopo aver visto quale mangime dare per la muta delle galline, vediamo le caratteristiche di che deve avere un buon ricovero notturno. Ora che le galline sono in fase di muta, sono più vulnerabili al freddo ed alle correnti d’aria, per questo motivo è importante proteggere il ricovero notturno dagli spifferi e dal freddo.

Una delle prime operazioni che faccio è quella di isolare il ricovero notturno con uno spesso strato di nylon, l’idea è quella di chiudere gli spifferi, non di isolare completamente l’interno, in quanto occorre un ricambio d’aria costante al fine di prevenire la formazione di muffe e quant’altro.

come proteggere il pollaio in inverno

Il ricovero notturno va pulito più di frequente in quanto sono maggiori le ore di buio che le galline trascorrono all’interno di esso, quindi aumentano le deiezioni, anche sulla paglia adibita alla cova.

-LEGGI ANCHE: Come proteggere il pollaio dal freddo dell’inverno

Oltre al cibo proteico, durante la muta delle galline bisogna fornire loro acqua sempre fresca e pulita, ho in parte risolto il problema che sporcavano l’abbeveratoio sollevandolo di qualche centimetro da terra. In caso di gelo metterò un secondo abbeveratoio dentro il ricovero notturno. Se farà davvero tanto freddo, prenderò in considerazione l’acquisto di un abbeveratoio riscaldato, si collega al caricabatterie dei cellulari, consuma pochi Watt ma assicura una temperatura dell’acqua di circa 16-20 °C!

Altri consigli utili durante la muta delle galline

Anche se generalmente il gallo (per chi ce l’ha) in questo periodo è più tranquillo, potrebbe comunque ferire la gallina sul dorso in fase di accoppiamento, sarebbe quindi il caso di separarlo temporaneamente dalle galline ovaiole oppure sarebbe utile aumentare il numero di femmine.

Un altro accorgimento è quello di evitare ulteriore stress alle galline in fase di muta, quindi sarebbe opportuno non aggiungere un nuovo esemplare nel pollaio in questo periodo.

– LEGGI ANCHE: Come aggiungere una nuova gallina nel pollaio

Farle razzolare in campo aperto sarebbe la cosa migliore, sia per “distrarle” che per far loro assumere proteine animali da invertebrati ed insetti.

Alla fine di questo periodo, quando le piume saranno rinate e le nostre galline saranno di nuovo bellissime, riprenderà anche deposizione delle uova. Se avete (come me), un paio di ovaiole che non sono soggette alla muta, in quanto troppo giovani, potrete avere una minima produzione di uova, che è meglio di niente.

– LEGGI ANCHE: Come riconoscere un uovo fresco da uno vecchio

Quale ricovero notturno per poche galline

Due anni fa abbiamo deciso di migliorare il ricovero notturno, sia dal punto di vista funzionale che estetico. Sempre con un occhio all’economia domestica, e sapendo che difficilmente sarei riuscito a fare di meglio con il poco tempo che ho a disposizione, abbiamo scelto questo pollaio per un massimo di 5-6 galline. Ne trovate uno molto simile a questo link.

Dopo i primi attacchi di faine e volpi, abbiamo acquistato la porta ad apertura e chiusura automatica. Ad onor del vero, sono stati i soldi spesi meglio per quanto riguarda il pollaio, non avere più il pensiero di uscire di casa la sera per chiuderle dentro, o aprire al mattino presto, vale tutti i soldi che abbiamo speso, ma di questo ne parleremo in un altro articolo.

Video sul mangime durante la muta delle galline

Iscriviti al mio canale YouTube!Buon lavoro!

 


Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

Iscriviti al mio canale YouTube