Semina del castagno. Dal seme alla piantina!

7

Questo inverno, avendo ben poco da fare nell’orto, mi sono dedicato allo studio delle semine di agrumi e delle castagne, oltre alla realizzazione delle talee.  In questo articolo vediamo come si semina il castagno, dal seme alla piantina!

Diciamo che questo inverno è stato un periodo di studio, non avevo mai pensato di seminare le castagne,  ma prendendo spunti di qua e di là, ho visto che non era difficile da realizzare come progetto….visto anche il costo degli alberi di castagno (già innestati)!

Mi sono quindi munito di un sacchettino di castagne acquistate al supermercato, quardandole bene, ho visto che alcune avevano già iniziato a germinare, meglio così perché mi hanno agevolato nel lavoro.

semina albero castagno

Come si seminano le castagne o i marroni

La semina delle castagne (o dei marroni) è davvero un’operazione molto semplice: prima di tutto bisogna scegliere le castagne migliori, ovvero quelle con la buccia integra, senza alcun tipo di taglio o rottura. Poi bisogna scartare quelle che non presentano una forma regolare o con ammaccamenti sulla parte esterna.

Una volta fatto questo, le si mettono a bagno in acqua per 24 ore. In questa occasione facciamo il secondo test, ovvero le castagne che galleggiano vanno eliminate.

semina albero castagno

Dopo 24 ore di ammollo, le castagne sono quasi pronte per essere seminate. Bisogna compiere soltanto l’ultima operazione: aiutandosi con un coltello o con l’unghia, si incide la parte superiore della castagna, io lo chiamo impropriamente il picciolo. Si rompe delicatamente la buccia così da favorire l’uscita della radice proprio da quel punto.

Fatto questo, bisogna prendere un terriccio di buona qualità (terriccio in  offerta) e posizionare le castagne dalla parte piatta, adagiandole delicatamente nel vasetto. Basta infilarle nel terreno per pochi millimetri, lasciando gran parte della castagna fuori dalla terra. Si inumidisce abbondantemente e si ricopre il vasetto con uno Scottex inumidito di acqua.

semina albero castagno

Perché bisogna innestare il castagno?

Abbiamo seminato il castagno partendo dal seme, ora che abbiamo la piantina cosa fare? Bisogna precisare che una volta che la pianta si sarà sviluppata, occorrerà poi innestarla con una marza apposita, ma vedremo questo aspetto in un’altra occasione, intanto avremo tempo di veder crescere il nostro albero di castagne.

La castagna che noi abbiamo messo a dimora racchiude in sé le caratteristiche del patrimonio genetico delle piante maschio e femmina da cui è nata. Infatti questo tipo di riproduzione è detta sessuata, ma non è sicuro che la pianta che nascerà produrrà frutti di buona qualità.

Per fare in modo di avere le caratteristiche di una pianta vigorosa, si deve necessariamente innestare un ramo, ovvero una marza, prelevata da un albero di castagno vigoroso, sulla piantina che è nata dal nostro seme e che si chiamerà portainnesto.

-LEGGI ANCHE: Come proteggere gli agrumi in vaso dal freddo

Quale acqua usare per innaffiare

Sembra una domanda di poco conto ma non lo è. L’acqua del rubinetto va benissimo ma dobbiamo tenere conto di due fattori: la presenza di cloro e la temperatura bassa. Entrambi i problemi sono facilmente risolvibili: per il cloro basta far decantare l’acqua per una notte affinché si depositi sul fondo. Mentre si compie questa operazione, l’acqua raggiunge la temperatura ambiente, che è l’ideale per non rovinare le nostre piantine.

Cosa fare giornalmente con le piantine di castagno

Ogni giorno bisogna controllare che il terreno sottostante lo Scottex sia umido. Dopo 15 o 20 giorni, vedrete uscire le radici dalla parte superiore della castagna che abbiamo precedentemente rotto con l’unghia o con un coltello.

Io ho fatto questo operazioni in pieno inverno, avendo a disposizione una stanza con 19 gradi fissi.

-LEGGI ANCHE: Come seminare un albero di limoni. Germoglio in 7 giorni!

Lampada LED per far germinare i semi

Per evitare che la piantina “fili”, vi consiglio di munirvi di una lampada LED per piante, costa poche decine di euro e permette una crescita costante e corretta dei germogli. La sto provando da 4 settimane proprio su queste colture ma non solo (agrumi, mela ecc.), e fino ad ora non ho avuto problemi di filatura.

lampada led per piante

Di questo genere di lampade ve ne sono di tutte le forme e di tutti i prezzi, la mia è un modello base, solo per farvi un esempio vi riporto qualche altro modello:

 

 

Come vedete, la semina del castagno è veramente semplice ma è un’operazione molto lunga perché richiede tempi importanti affinché venga fuori un alberello di castagno. Inoltre bisogna mettere in conto che questo dovrà essere innestato. Ma questo lo vedremo nei prossimi mesi.

Nascita dell’albero del castagno a partire dal seme della castagna

E alla fine, dopo circa tre settimane, ecco il risultato:

semina albero castagno

Video su come si semina il castagno, dal seme alla piantina

La semina del castagno a partire dal seme sino ad arrivare alla piantina, come avete visto, è un’operazione semplice ed alla portata di tutti. Poi si potranno innestare con castagne vigorose o con marroni. Vedremo più avanti come coltivare il castagno!

Se ti è piaciuto questo argomento, potresti anche dare un’occhiata a Come seminare un albero di limoni. Germoglio in 7 giorni!

Buon lavoro!


Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

Iscriviti al mio canale YouTube