Monday 5 December 2022
HomeApprofondimentiQuale motocoltivatore scegliere

Quale motocoltivatore scegliere

Ottobre e novembre sono i mesi in cui si smuove il terreno per concimarlo e per farlo poi riposare in vista della semina primaverile. Lo si può fare a mano o con l’aiuto di un mezzo meccanico, come un motocoltivatore. Vediamo quale motocoltivatore scegliere in base al budget a disposizione.

Table of Contents

Che cos’è un motocoltivatore

Il motocoltivatore è un mezzo meccanico motorizzato (benzina o diesel) che trae il moto dalle ruote mentre la fresa scava la terra. Questa è la differenza principale rispetto alla motozappa, ma trovate un ampio approfondimento su tutte le qualità ed i difetti di queste due tipologie di mezzi.

Quale motocoltivatore scegliere -

Pregi

  • E’ più adatto a lavorare superfici maggiori rispetto alla motozappa;
  • Lavora il terreno più finemente;
  • E’ più semplice da trasportare grazie alla trazione sulle ruote;
  • Vi si possono collegare una miriade di attrezzi (generalmente non sui modelli base e più economici), come: trincia, barra falciante, vassoio porta tutto, carrellino, rotofalce, ecc.
  • E’ più sicuro da utilizzare, tutti hanno la sicura sulla retromarcia, ovvero con la retro inserita non si può avviare la fresa.
  • Stanca di meno l’operatore.

Difetti

  • Costa di più della motozappa, con prezzi che partono da 650 euro;
  • A parità di categoria, è più pesante ed ingombrante della motozappa;
  • Crea più suola di lavorazione rispetto al motocoltivatore.

Ultimi Articoli