Coltivazione delle zucchine: test nuovi irrigatori

Coltivazione delle zucchine! Vediamo il terreno, il concime, l’irrigazione e la pacciamatura di questo formidabile ortaggio.

Cenni sulle zucchine

Al pari dei pomodori, in qualunque orto che si rispetti troveranno sicuramente posto le zucchine. Queste appartengono alla famiglia delle Cucurbitaceae, sono molto semplici da coltivare e producono “frutti” in continuazione se si seguono poche ma importanti regole.
La zucchina è un ortaggio estivo, è una pianta semplice da coltivare ma occorre seguire qualche accorgimento.

Sesto d’impianto e terreno ideale per la coltivazione delle zucchine

Il terreno ideale per la coltivazione delle zucchine ha un PH che spazia tra 6 e 7 circa. Questa coltura è una grande divoratrice di risorse nutritive, quindi occorre un terreno ben concimato con stallatico maturo posizionato in una buca profonda, o, se siete nella mia stessa condizione, con una dose generosa di stallatico pellettato.
sesto d'impianto zucchine
Io procedo cosi: freso per bene il terreno, preparo il sesto di impianto posizionando le piantine ad un metro circa una dall’altra, preparo una buca profonda con il piantabulbi, vi metto una manciata piena di stallatico pellettato, copro con qualche centimetro di terra e vi adagio la piantina. Intorno a questa, poi, stendo un’altra bella manciata di stallatico pellettato.

Irrigazione delle zucchine

Le zucchine richiedono molta acqua, vanno irrigate almeno due volte alla settimana (a seconda del clima), per questo motivo, quest’anno, ho iniziato a sperimentare gli irrigarori “a piogga”, posizionati vicino alla pianta. Questi possono irrorare sino a 2 litri/ora di acqua.
Ho cosi il vantaggio di dosare attentamente l’acqua e soprattutto evito di bagnare le foglie, minimizzando cosi la trasmissione di malattie fungine, il tutto molto velocemente. Se volete vedere le caratteristiche tecniche degli irrigatori, vi lascio il link di dove li ho acquistati.
Per il tubetto che vedete in foto, ne ho utilizzato uno simile a questo:
Tubetto irrigatoriSia gli irrigatori che il tubetto li potete trovare in qualunque negozio specializzato, personalmente ho risparmiato acquistandoli online, ma potete fare i vostri raffronti.

Come riconoscere i fiori maschi ed i fiori femmina delle zucchine

Dopo qualche settimana dal trapianto, la zucchina produce bellissimi fiori gialli, di questi vi sono sia fiori maschi che femmine e, affinché si sviluppi il “frutto”, il fiore femmina deve essere impollinato. L’impollinazione avviene generalmente alle prime ore dell’alba, quindi è consigliabile non asportare i fiori al mattino.
I fiori sono commestibili, si mangiano soprattutto fritti, ma è consigliabile non togliere i fiori femmina (quelli posti sul “frutto”) e lasciare qualche fiore maschio (quelli posti all’apice di un peduncolo).
fiori zucchina maschio e femmina
fiori zucchina maschio e femmina

-LEGGI ANCHE: Come si coltivano i pomodori: terreno, concime ed irrigazione

Mancata impollinazione delle zucchine

A volte capita che vi sia una mancata impollinazione della zucchina, purtroppo ultimamente capita sempre più spesso a causa della scarsità delle api (almeno nella mia zona), in questo caso il frutto posto sotto al fiore femmina non si sviluppa, ingiallisce e muore.
Giornalmente queste zucchine non sviluppatesi vanno rimosse, per dare maggiori sostanze nutritive a quelle impollinate.

Malattie principali delle zucchine

Per quante cure possiamo dare alle piante di zucchine, dopo circa tre mesi di vita la pianta viene spesso colpita dall’oidio (fungo detto anche mal bianco), questo si presenta come una polverina bianca sulle foglie. La si può combattere con lo zolfo ma il consiglio è quello di staccare delicatamente le foglie malate e distruggerle lontano dall’orto.
Per prevenire questo problema, si dovrebbe rispettare una rotazione di circa tre anni.
Un altro problema è rappresentato dalle malattie fungine, un’irrigazione a goccia può minimizzare questo problema, ma non solo, la disinfezione del coltello utilizzato per tagliare le zucchine può evitare la trasmissione della malattia tra pianta e pianta.

Produzione delle zucchine

Le zucchine vanno colte giornalmente quando raggiungono una dimensione idonea, se si lascia il frutto per qualche giorno, questo cresce a dismisura, perdendo però di sapore.
Una pianta sana produce nuove zucchine quasi tutti i giorni se le si raccolgono delle giuste dimensioni.

Pacciamatura delle zucchine

La pacciamatura è molto indicata per la coltivazione delle zucchine, infatti, oltre ad evitare l’evaporazione dell’acqua, aiuta a tenere a bada le infestanti ma, soprattutto, evita che il frutto tocchi terra, evitando cosi che marcisca se non lo si raccoglie per tempo.
Anche quest’anno io uso i teli permeabili per pacciamare le zucchine, i risultati sono buoni sia in termini di tempo risparmiato (per tenere pulita la zona dalle erbacce), sia perché cosi utilizzo meno acqua. I teli li potete trovare nei negozi specializzati oppure online, risparmiando qualche Euro.
pacciamatura zucchine

Video sulla mia coltivazione delle zucchine

Le zucchine in cucina

La cucina italiana è ricchissima di ricette a base di zucchine: le si possono usare per condire un primo piatto, come contorno, lessate, fritte, alla julienne, ma si possono conservare anche sott’olio, sott’aceto da sole o insieme ad altri ortaggi.
Se avete una sovraproduzione di zucchine, potete darle agli animali da cortile, io le do cotte o crude (tagliate) alle galline, che gradiscono!
Se anche voi vi cimentate nella coltivazione delle zucchine e se volete scambiare consigli con me, potete scrivere qui sotto!
Buon lavoro!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: