HomeOrtoEstratto di tannino di castagno. Perché usarlo!

Estratto di tannino di castagno. Perché usarlo!

In questo articolo esamineremo le caratteristiche e i benefici dell’estratto di tannino di castagno, sia con il trattamento fogliare che per la via radicale, e vedremo come utilizzarlo con le polveri di roccia (zeolite, bentonite e caolino).

L’estratto di tannino di castagno è ottenuto dall’estrazione acquosa del legno di castagno. Questo concentrato di sostanze polifenoliche rappresenta un ottimo corroborante per le piante, offrendo loro numerosi vantaggi per una crescita sana e vigorosa.

Cos’è il tannino di castagno

L’estratto di tannino di castagno è un composto a base di polifenoli che promuove la crescita delle radici delle piante e il benessere del terreno tramite l’arricchimento della microflora positiva e il controllo dei patogeni.

Estratto di tannino di castagno
Estratto di tannino di castagno

Il suo ambiente acido scoraggia anche i nematodi.

Quali vantaggi apporta l’uso regolare del tannino di castagno

Una volta irrorato sulle foglie e sui frutti delle piante, l’estratto di tannino di castagno crea una sottile pellicola adesiva che offre una serie di vantaggi:

  • Cicatrizzazione dei tessuti: Dopo eventi dannosi come grandinate o altri traumi alle piante, il tannino di castagno favorisce la cicatrizzazione dei tessuti, consentendo alle piante di guarire più rapidamente e di riprendere la loro crescita in modo sano.
  • Minimizzazione della spaccatura dei frutti: Una delle preoccupazioni comuni per gli agricoltori è la spaccatura dei frutti. L’applicazione del tannino di castagno riduce questo problema, mantenendo i frutti integri.
  • Aumento della resistenza contro funghi e batteri: Grazie alle proprietà antibatteriche e antifungine dei polifenoli presenti nel tannino di castagno, le piante trattate con questo estratto diventano più resistenti alle infezioni batteriche e alle malattie fungine.
  • Effetto repellente per insetti come le cimici: L’odore ed il gusto sgradevole del tannino di castagno per gli insetti, come le cimici, funge da efficace misura repellente, proteggendo le colture da potenziali danni causati da parassiti.

Modalità d’uso e dosaggio dell’estratto di tannino di castagno

L’estratto di tannino di castagno può essere utilizzato sia tramite trattamento fogliare che attraverso la via radicale.

Estratto di tannino di castagno - dosi
Estratto di tannino di castagno – dosi

Si miscela nell’acqua e si irrora con una pompa a batteria o manuale!

Estratto di tannino di castagno
Estratto di tannino di castagno

Trattamento fogliare con l’estratto di tannino di castagno

Per il trattamento fogliare, si consiglia di diluire 3 grammi di estratto di tannino di castagno in un litro d’acqua.

Estratto di tannino di castagno per via fogliare
Estratto di tannino di castagno per via fogliare

Questa soluzione può essere spruzzata sulle foglie e sui frutti delle piante utilizzando una pompa a batteria o manuale.

Dove acquistare l’estratto di tannino di castagno

Trattamento radicale

Quando utilizzato per via radicale, l’estratto di tannino di castagno migliora la microflora delle radici, fornendo ulteriori benefici alle piante. Le radici possono assorbire direttamente i nutrienti presenti nel tannino, contribuendo a una crescita robusta e sana.

Dosi: 1-3 grammi al metro quadro sciolti in litro di acqua, irrorale la base delle piante.

Attenzione: i trattamenti vanno effettuati sempre la sera.

Perché miscelare l’estratto di castagno con le polveri di roccia

Per ottenere il massimo effetto dall’estratto di tannino di castagno, in questi anni, ho riscontrato benefici aggiuntivi utilizzandolo con le polveri di roccia.

Estratto di tannino di castagno
Estratto di tannino di castagno

Questa sinergia permette di massimizzare le proprietà benefiche dell’estratto, potenziando la crescita delle piante e la loro resistenza naturale contro malattie e stress ambientali.

Le polveri di roccia che uso abitualmente con il tannino di castagno sono:

Conclusioni

L’estratto di tannino di castagno rappresenta una valida soluzione per avere piante resistenti. Le sue caratteristiche, come la cicatrizzazione dei tessuti e la resistenza contro insetti nocivi, rendono questo estratto una scelta vincente.

Associato alle polveri di roccia, l’estratto di tannino di castagno rivela tutto il suo potenziale, offrendo risultati promettenti pur rimanendo in ambito completamente biologico.

Buon lavoro!

PS: Ho usato foto e link dell’estratto di castagno di BIOKI in quanto è generalmente il prodotto più economico. La marca, in questo caso, è indifferente.

Forse ti può interessare:

Se sei alla ricerca di un utensile per l’orto e la campagna come: rasaerba, decespugliatore, biotrituratore, motocoltivatore o motozappa, prima di acquistarlo puoi leggere i miei approfondimenti su come si usano e quale scegliere, a seconda delle tue esigenze e del budget a disposizione! Potresti risparmiare tempo e denaro!

Decespugliatore a scoppio, a batteria o elettrico. Quale scegliere? Biotrituratore a scoppio, elettrico ed a cardano. Quale scegliere?
Guida alla scelta della motosega da potatura Motocoltivatore o Motozappa? Guida alla scelta

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite! Iscriviti al mio canale YouTube

Nota: mi piace essere corretto con il lettore, quindi voglio dirti che i link che portano ad Amazon e ad AgriEuro sono link affiliati. Se hai trovato utile questo articolo e se vuoi aiutare questo blog a crescere, puoi acquistare attraverso questi link, Amazon ed AgriEuro riconosceranno a questo blog qualche centesimo e tu non pagherai nulla di più. Se invece deciderai di non seguire questi link non importa, ti ringrazio infinitamente di aver letto questo mio articolo e spero rivederti presto su queste pagine!

- Advertisment -

Ultimi Articoli