Manutenzione del motocoltivatore

Prima di iniziare una nuova stagione, sarebbe meglio dedicare un paio di ore al nostro amato motocoltivatore (o motozappa), facendo il tagliando annuale. Vediamo da vicino le operazioni principali da fare per la manutenzione del motocoltivatore.

Sostituzione dell’olio motore

Ovviamente la prima cosa da fare è la sostituzione dell’olio motore. Consiglio di seguire le indicazioni riportate sul libretto d’uso e manutenzione o sulle etichette poste sull’MTC stesso, in mancanza di questi, è meglio rimanere su un olio “classico”, soprattutto per motori datati come il mio (Lombardini da 8 CV), ovvero un olio minerale 15W40.
motocoltivatore Grillino 126- cambio olio
L’olio esausto va consegnato al consorzio olio esausto o al meccanico di fiducia, parliamo di mezzo Kg di olio o poco più.
Per una corretta operazione, il mezzo va posizionato in orizzontale e, una volta richiuso il tappo di scarico, il livello si raggiunge quando fuoriesce un rivolo di olio dal tappo di immissione. Poi consiglio di rifare il livello dopo qualche minuto di utilizzo.

Pulizia della candela

La candela dura molte ore a patto che la combustione sia regolare, ovvero che non vi siano consumi di olio motore irregolari o carburazione “sballata” (troppo grassa o troppo magra).
La prima operazione da fare è un semplice controllo visivo, se gli elettrodi sono solo sporchi ed incrostati, basta una “passata” di spazzola d’acciaio e la candela torna nuova.
Nel mio caso, la candela era a metà vita, l’ho pulita ed ho deciso di cambiarla quanto prima. Una candela del genere costa pochi euro, consiglio di acquistarla nei negozi specializzati oppure online, basta vedere la sigla stampigliata sulla parte ceramica.

Pulizia del filtro dell’aria

Altro componente vitale del motore, un filtro dell’aria sporco, oltre a farne decadere le prestazioni, rischia di far entrare nel cilindro caldo pulviscoli  e particelle di polvere danneggiando la testa del pistone.
Su questi motocoltivatori, è facile trovare filtri dell’aria a bagno d’olio, come il mio.
La pulizia di questo filtro è semplice, basta svitare il tappo superiore, estrarre la rete metallica ed il contenitore stesso, pulire il tutto con diluente alla nitro o benzina, soffiare con aria compressa e rmontare. Al fondo del contenitore vi è una tacca di livello dell’olio da aggiungere a montaggio terminato. Se non avete un filtro dell’aria del genere o se volete sostituire il vostro, basta conoscere il diametro del tubo che fa da supporto, online ne trovate di tutti i tipi e di tutti i prezzi.

Come funziona il filtro d’aria a bagno d’olio

Il funzionamento è semplice: all’interno di un contenitore di plastica si trova una rete metallica che fa da materiale filtrante, al fondo del contenutore si trova dell’olio motore che, durante il funzionamento (e l’aspirazione dell’aria), imbratta la rete metallica rendendola una trappola perfetta per le impurità dell’aria e per la polvere.

Svitol sugli snodi

Come ho detto nel video, questa è un’operazione non vitale ma che ho sempre eseguito per oliare tutte le giunture dei leveraggi, comprese le aste del cambio, dell’inversore rapido, della frizione ecc.
motocoltivatore Grillino 126-svitol leveraggi

Controllo Pneumatici

Se usate il motocoltivatore per poche ore all’anno, più che consumarsi gli pneumatici si crepano, è normale. E’ però sempre importante controllare la pressione di utilizzo. I miei li ho regolati a 1,5 bar.

Controllo livello olio cambio

L’olio del cambio non è soggetto alla stessa usura di quello motore, non lavora ad alte temperature ed è soggesso a meno stress termici. Nel mio caso il Grillino 126 adotta un olio 80W90, visto il colore ed il livello ancora ottimi, ho deciso di fare ancora una stagione.
motocoltivatore Grillino 126- livello cambio
Il livello si controlla attraverso un’astina posta sul cambio, la sede dell’astina fa anche da immissione e rabbocco.

Controlli vari

Alla fine si devono controllare i serraggi dei bulloni della fresa e del motore, eventualmente si può dare una soffiata al carburatore ed alla vaschetta del galleggiante e controllare lo stato delle zappette della fresa.
Queste operazioni le ho fate tutte alla fine della scorsa stagione, se dovessero servire zappette nuove, le si possono trovare nei negozi specializzati oppure online.

Video sulla manutenzione del motocoltivatore

Qualche consiglio riguardo sulla scelta del motocoltivatore

Il motocoltivatore è un mezzo che ci accompagna nel nostro lavoro per molti anni, per questo è importante fare una scelta corretta sin dall’inizio, magari spendendo qualche euro in più scegliendo un prodotto di marca. Qualche mese fa ho visitato la fiera EIMA ed ho fatto un reportage su alcune aziende che avevano in esposizione macchine davvero ben fatte, penso a Grillo o a Meccanica Benassi. Queste aziende hanno in listino ottimi motocoltivatori e motozappe, hanno però il loro costo ma sappiamo tutti che la qualità si paga.
Il consiglio di base è quello di provare con mano, magari da un rivenditore vicino a casa, il motocoltivatore da acquistare, oppure potete rivolgervi online. Uno dei migliori rivenditori italiani che tratta più marche con prezzi che partono dai 1000 € è Agrieuro, anche solo per curiosità e per vedere le caratteristiche tecniche del mezzo desiderato, può valere la pena darci un’occhiata.

Pulizia del motocoltivare

Riguardando il video mi sono reso conto che lo devo pulire…lo so!
Buon lavoro!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: