HomeOrtoCome coltivare i Cavoletti di Bruxelles

Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles

Se c’è un ortaggio che spesso viene trascurato (al pari del Cavolo nero di Toscana!) ma che merita una posizione di rilievo nei nostri orti e sulle nostre tavole, è sicuramente il cavoletto di Bruxelles.

In questo articolo, vedremo come coltivare i Cavoletti di Bruxelles, le loro proprietà nutrizionali, le condizioni ideali per la coltivazione, i possibili problemi legati alle malattie e come utilizzarli in cucina.

Table of Contents

Cosa sono i Cavoletti di Bruxelles?

I cavoletti di Bruxelles, noti anche come Brassica oleracea var. gemmifera, sono piccoli ortaggi simili a mini cavoli, con un sapore delicato e leggermente amarognolo.

Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles
Cavoletti di Bruxelles

I cavoletti di Bruxelles crescono sugli steli della pianta e sono conosciuti per la loro forma tonda e compatta, composta da piccole foglie verdi avvolte tra di loro.

APPROFONDIMENTO: Come si coltiva il cavolo broccolo nell’orto!

Proprietà Nutrizionali dei Cavoletti di Bruxelles

I cavoletti di Bruxelles sono veri e propri tesori nutrizionali. Sono una fonte eccellente di vitamina C, vitamina K, vitamina A e vitamina B6.

Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles
Cavoletti di Bruxelles

Inoltre, sono ricchi di fibre e potassio. Questi ortaggi sono noti per sostenere la salute delle ossa, la salute del cuore e il sistema immunitario.

Inoltre, le loro proprietà antiossidanti possono contribuire a combattere l’infiammazione nel corpo.

APPROFONDIMENTO: Come si coltivano i cavolfiori? Ecco 6 preziosi consigli

Terreno ideale per la coltivazione

I cavoletti di Bruxelles prosperano in terreni ben drenati e ricchi di sostanza organica (stallatico, stallatico pellettato, humus di lombrico ecc.). Amano i terreni leggermente acidi con un pH compreso tra 6 e 6,5.

Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles
Pianta dei Cavoletti di Bruxelles

È importante preparare il terreno con concime organico prima della semina o del trapianto per garantire una nutrizione adeguata.

Sesto di impianto ottimale

Il sesto di impianto, ovvero la distanza tra le piante, è essenziale per il successo nella coltivazione dei cavoletti di Bruxelles.

  • Semina in semenzaio Centro Nord: da marzo a maggio
  • Trapianto a dimora Centro Nord: da maggio ad luglio
  • Semina in semenzaio Centro Sud: da febbraio ad aprile
  • Trapianto a dimora Centro Sud: da aprile a settembre
  • Temperatura di germinazione: 20°C
  • Semina in pieno campo Centro Nord: da marzo a giugno
  • Semina in pieno campo Centro Sud: da marzo a luglio
  • Profondità di semina: 0,5 cm
  • Tempi di germinazione: 5 giorni
  • Tempi di raccolta: 70-130 giorni
  • Sesto di impianto: 40 cm tra le piantine, 70 cm tra le file
  • Periodo di raccolta Centro Nord: da settembre a dicembre
  • Periodo di raccolta Centro Sud: da settembre a dicembre
  • Dove acquistare i semi dei cavoletti di Bruxelles

Si consiglia di piantarli a una distanza di circa 45-60 centimetri l’uno dall’altro e 70 cm tra le file.

Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles
coltivazione di Cavoletti di Bruxelles

Questa spaziatura permette alle piante di ricevere abbastanza luce e di evitare problemi legati all’umidità e alle malattie.

APPROFONDIMENTO: Il grande calendario dell’orto! Semine in semenzaio ed i piena terra!

Possibili problemi legati alle malattie

Come molte piante della famiglia delle Brassicacee, i cavoletti di Bruxelles possono essere suscettibili ad alcune malattie.

Tra queste, la peronospora e l’oidio possono rappresentare una minaccia per la coltivazione.

Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles - peronospora
Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles – peronospora
Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles - oidio
Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles – oidio

È importante monitorare regolarmente le piante per segni di malattia e adottare misure preventive come la rotazione delle colture e l’uso di concimi bilanciati per mantenere le piante sane.

I cavoletti di Bruxelles sono appetitosi prede per nottue, cavolaia e afidi. Tuttavia, è possibile proteggerli in modo ecologico usando il bacillus thuringiensis, l’olio di neem e, in ultimo, il piretro.

APPROFONDIMENTO: Come coltivare e raccogliere le Bietole da taglio

Utilizzo dei Cavoletti di Bruxelles in cucina

I cavoletti di Bruxelles sono versatili in cucina e possono essere preparati in vari modi. Puoi cuocerli al vapore o lessarli per mantenerli croccanti e ricchi di nutrienti.

Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles - come si cucinano
Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles – come si cucinano

Un altro modo delizioso di prepararli è saltarli in padella con olio d’oliva e aromi come l’aglio e il rosmarino. Possono anche essere arrostiti in forno.

Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles - come si cucinano
Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles – come si cucinano

Conclusioni

In conclusione, i cavoletti di Bruxelles sono un ortaggio sano e gustoso che merita un posto d’onore nei nostri orti e nelle nostre cucine.

Come coltivare i Cavoletti di Bruxelles
Cavoletti di Bruxelles

Con le giuste cure colturali e una varietà di modi per cucinarli, possono diventare una vera prelibatezza.

Forse ti può interessare:

Se sei alla ricerca di un utensile per l’orto e la campagna come: rasaerba, decespugliatore, decespugliatori a batteria, biotrituratore, motocoltivatore o motozappa, prima di acquistarlo puoi leggere i miei approfondimenti su come si usano e quale scegliere, a seconda delle tue esigenze e del budget a disposizione! Potresti risparmiare tempo e denaro!

decespugliatore a batteriamotozappa guida all'acquisto

Decespugliatore a scoppio, a batteria o elettrico. Quale scegliere?

Nota: mi piace essere corretto con il lettore, quindi voglio dirti che i link che portano ad Amazon e ad AgriEuro sono link affiliati. Se hai trovato utile questo articolo e se vuoi aiutare questo blog a crescere, puoi acquistare attraverso questi link, Amazon ed AgriEuro riconosceranno a questo blog qualche centesimo e tu non pagherai nulla di più. Se invece deciderai di non seguire questi link non importa, ti ringrazio infinitamente di aver letto questo mio articolo e spero rivederti presto su queste pagine!

- Advertisment -

Ultimi Articoli