Home Giardinaggio Come si coltiva il Tagete

Come si coltiva il Tagete

33
tagete
tagete

Il Tagete, anche noto come garofano indiano, è un fiore molto facile da coltivare! Appartiene alla famiglia delle Asteraceae ed in questo articolo vediamo come coltivarlo in vaso, nel giardino e nell’orto biologico!

Table of Contents

Le origini del tagete

Originaria dell’America Latina, questa pianta presenta colorazioni accese (in particolare di rosso scarlatto e giallo).

Come si coltiva il Tagete
tagete

Disponibile in numerose varietà, il Tagete si distingue per la bellezza e per il forte ma sgradevole odore prodotto dalle foglie, motivo per cui si presta maggiormente agli ambienti esterni.

Tagete: principali caratteristiche, benefici e curiosità

Il Tagete è un fiore dai colori vivaci e dal profumo fortemente agrumato, è diffuso in zone tropicali quali: Australia, Europa e Sud America (Messico e stati adiacenti soprattutto).

Oltre che essere usato come fiore ornamentale nei comuni giardini, viene spesso coltivato negli orti, soprattutto in consociazione con i pomodori in quanto è in grado di tenere lontani i nematodi ed altri insetti nocivi.

tagete
tagete

Il Tagete è anche un’ottima pianta medicinale, si è rivelato (con il passare dei secoli) essere ricco di benefici per l’uomo e per la natura.

Dalla lavorazione di tale pianta, in aggiunta, è possibile ricavare l’olio essenziale di tagete ottenuto con il processo di ‘low pressure steam distillation’, utilizzabile per combattere infezioni negli annessi cutanei dell’uomo.

Il tagete nell’orto biologico

A livello biologico il tagete continua a rivelarsi un eccellente alleato dei giardinieri e degli orticoltori in genere grazie alle sue azioni antiparassitarie, poiché capace di allontanare insetti di ogni tipo (soprattutto zanzare e moscerini).

Per gli appassionati di agricoltura, dunque, si consiglia di coltivare i tagete tra le aiuole coltivate, al fine di garantire un giardino privo di brutte sorprese legate alla fauna, infatti l’odore sgradevole del fogliame tiene lontani molti animali.

Tagete nel mio orto tra i pomodori
Tagete nel mio orto tra i pomodori

Scopriamo, allora, come coltivare il fiore tagete.

La coltivazione del fiore tagete

La pianta di tagete, con la sua palette di colori vivaci, non presenta particolari difficoltà per la sua coltivazione. Imparentato con: carciofi, lattuga e girasole, il tagete (annuale) produce fiori decorativi che durano tutta la stagione estiva e autunnale (da maggio a fine settembre).

Il tagete può essere coltivato in vaso o direttamente in giardino ed è spesso consociato alle piante di pomodoro.

Quando si semina il tagete

Si inizia a seminare da marzo in ambiente protetto (serra o semenzaio riscaldato), per poi trapiantare la pianta ad aprile.

tagete
tagete

I semi vanno interrati a circa mezzo centimetro di profondità e la temperatura di germinazione è di circa 18°C.

Si consiglia di trapiantare 4-5 piantine insieme a distanza di circa 40 giorni dalla semina. Il sesto di impianto in pieno campo è di almeno 35 cm.

Terreno ideale per la coltivazione del tagete

Il tagete si adatta bene a tutti i tipi di suolo, a patto che sia esposto alla luce solare almeno per qualche ora al giorno. In aggiunta, si ricorda che non necessita di molta acqua e riesce a sopravvivere nei periodi di siccità o eccessivo calore ma anche a condizioni climatiche avverse.

Irrigazione del tagete

Il Tagete è, comunque, delicato e teme i ristagni di acqua che possono portare le radici a marcire (marciume radicale). Per evitare ciò, se si coltiva in vaso, si consiglia di stendere uno spesso strato di di argilla espansa, mentre se lo si coltiva in piena terra si consiglia l’irrigazione a goccia.

Si ricorda di fare attenzione all’umidità del terremo e procedere all’irrigazione solo dopo il tramonto. Evitare poi di bagnare le foglie ed i fiori.

Concime per il tagete

Anche se il tagete si adatta bene a tutti i tipi di terreno, per avere buoni risultati nel tempo è consigliabile utilizzare, sporadicamente, concimi specifici da diluire nell’acqua per l’annaffiatura ogni due settimane (ripetizione del processo per circa cinque mesi).

Se si trapianta nell’orto in consociazione alle altre colture non occorrono concimazioni in quanto il tagete verrà nutrito dalle concimazioni degli ortaggi.

Nel mio caso, seguendo la metodologia di coltivazione NO DIG, non ho mai concimato a parte ed ho irrigato con un impianto a goccia ogni qual volta irrigavo i pomodori.

In questo video vi mostro i filari di pomodori del mio orto estivo intervallati dalle piante di tagete:

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, giardinaggio, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

 

Lavorazione e cura del terreno

La coltivazione in giardino richiederà meno attenzione. L’unico dettaglio (fondamentale) consiste nell’effettuare una leggera sarchiatura (video) così da evitare che le erbacce soffochino il fiore nascente.

Tagete nel mio orto tra i pomodori
Tagete nel mio orto tra i pomodori

Il tagete è un tipo di fiore decisamente utile ed unico, capace anche di attirare insetti impollinatori, api e contribuire al mantenimento e alla salute dell’ambiente in cui vive e cresce.

APPROFONDIMENTO: come si coltiva il nasturzio!

Varietà principali di tagete

Le varietà di tagete più comuni sono:

  1. Tagetes patula: è la varietà più diffusa, con fiori di colore giallo, arancione o rosso. Ha un’altezza di circa 30-60 cm e fiorisce in primavera e in estate.
  2. Tagetes erecta: è una varietà che cresce fino a un’altezza di circa 30-60 cm e ha fiori di colore giallo o arancione. Fiorisce in estate e in autunno.
  3. Tagetes minuta: è una varietà più piccola, con fiori di colore giallo o arancione. Ha un’altezza che può arrivate a 3 metri e fiorisce in primavera e in estate.
  4. Tagetes lemmonii: è una varietà originaria del Messico, con fiori di colore giallo o arancione. Ha un’altezza di circa 150 cm e fiorisce in primavera e in estate.
  5. Tagetes lucida: è una varietà originaria del Messico, con fiori di colore giallo o arancione. Ha un’altezza di circa 60-90 cm e fiorisce in primavera e in estate.
Tagete nel mio orto tra i pomodori
Tagete nel mio orto tra i pomodori

Dove acquistare i semi dei fiori di tagete

I semi si trovano facilmente in tutti i vivai ma se cercate qualche varietà particolare, su Amazon c’è una vasta scelta, ve ne propongo qualcuna.

Tagete Padula
Tagete Padula

Conclusioni

Abbiamo visto come si coltiva il Tagete. Questo fiore andrebbe coltivato perchè:

  1. Ha una fioritura abbondante e duratura, con fiori di colore giallo, arancione o rosso.
  2. È una pianta facile da coltivare, resistente ai parassiti e alle malattie.
  3. Ha un forte potere repellente nei confronti di molti insetti, come le formiche, i moscerini e i nematodi.
  4. È una pianta molto decorativa, perfetta per abbellire aiuole e giardini.
  5. È resistente al freddo e può essere coltivata in diverse tipologie di terreno.
  6. È una pianta che attira le farfalle e altri insetti impollinatori, rendendola utile per la biodiversità del giardino.

Buon lavoro!

Forse ti può interessare:

Se sei alla ricerca di un utensile per l’orto e la campagna come: rasaerba, decespugliatore, biotrituratore, motosega da potatura, motocoltivatore o motozappa, prima di acquistarlo puoi leggere i miei approfondimenti su come si usano e quale scegliere, a seconda delle tue esigenze e del budget a disposizione! Potresti risparmiare tempo e denaro!

Decespugliatore a scoppio, a batteria o elettrico. Quale scegliere? Biotrituratore a scoppio, elettrico ed a cardano. Quale scegliere?
Guida alla scelta della motosega da potatura Motocoltivatore o Motozappa? Guida alla scelta

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite! Iscriviti al mio canale YouTube

Nota: mi piace essere corretto con il lettore, quindi voglio dirti che i link che portano ad Amazon e ad AgriEuro sono link affiliati. Se hai trovato utile questo articolo e se vuoi aiutare questo blog a crescere, puoi acquistare attraverso questi link, Amazon ed AgriEuro riconosceranno a questo blog qualche centesimo e tu non pagherai nulla di più. Se invece deciderai di non seguire questi link non importa, ti ringrazio infinitamente di aver letto questo mio articolo e spero rivederti presto su queste pagine!