HomePollaioHo curato e salvato una gallina ovaiola!

Ho curato e salvato una gallina ovaiola!

Ebbene si, vi racconto di come ho curato e salvato una gallina ovaiola da morte certa. In questo breve articolo vi riporto la mia esperienza e spero che, se vi dovesse capitare, prendendo spunto da quanto ho fatto, possiate anche voi salvare la vita alle vostre galline ovaiole.

Premessa: non vi dirò quali medicine ho utilizzato perché non sarebbe corretto, io ho consultato un veterinario. Vi racconto solo i sintomi e cosa ho fatto per curarla.

Table of Contents

Video su come ho salvato la gallina

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, giardinaggio, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

I sintomi della mia gallina ovaiola malata

L’altra mattina ho controllato il pollaio come ogni mattina ed ho notato una gallina ovaiola ibrida (marrone) accovacciata per terra, con la testa appoggiata al terreno. Come se non bastasse, alcune galline iniziavano a beccarla.

In questo caso bisogna separare immediatamente la gallina malata, per due motivi:

  • Evitare eventuali contagi;
  • Non farla uccidere dalle altre galline.

Dovete sapere che le galline, se iniziano a beccare un esemplare della stessa specie, non si fermano sino a quando non l’hanno uccisa ed in parte mangiata.

LEGGI ANCHE: Il mio nuovo pollaio fai da te

Primo intervento per salvare la gallina

Non potendo attendere oltre, ho preso delicatamente la gallina è l’ho portata in una stanza vuota della casa. Le condizioni erano gravi, ormai era a terra con tutto il corpo e con la testa. L’ho avvolta in una coperta e l’ho lasciata tranquilla per un paio di ore con la luce accesa.

Dopo questo lasso di tempo sono tornato a trovarla e sorpresa! Aveva fatto l’uovo. Da quell’istante aveva iniziato a sollevare la testa ed il corpo.

Ho curato e salvato una gallina ovaiola

Sentito il veterinario ho spiegato la situazione ed ho descritto la forma dell’uovo, questo era di buona qualità ma aveva la parte centrale leggermente deformata, come schiacciata. Dai sintomi il veterinario mi ha prescritto una prima cura a base di antibiotico e ricostituenti da somministrare per 5 giorni.

Isolamento della gallina

La gallina non poteva tornare insieme alle altre e non poteva stare in quella stanza di fortuna, quindi l’ho adagiata nel locale caldaia, dove la temperatura non scende mai sotto ai 16-20°C.

cura gallina

Dal momento che vi entra poca luce, ho lasciato la luce accesa tutto il giorno per poi spegnerla la notte.

Cura della gallina in isolamento

Ho aggiunto l’antibiotico alle granaglie ed il ricostituente nell’acqua. Non credo di avere mai avuto una tale risposta da una gallina. In pratica mangiava e beveva dalle mie mani!

Oltre alle granaglie, ho dato erba ed ortica fresche ogni giorno.

Ho curato e salvato una gallina ovaiola

Dopo il secondo giorno ho visto i primi miglioramenti, ormai stava in piedi senza problemi, addirittura saltava da un ostacolo all’altro.

Non ha mai deposto uova in quei 5 giorni e comunque, per 30 giorni, le uova deposte vanno buttate.

LEGGI ANCHE: Il pollaio perfetto (o quasi) per le galline ovaiole

Fine della malattia

Alla fine del quinto giorno di cure l’ho reinserita nel pollaio, la sua prima azione è stata quella di fare un bel bagno di sabbia, poi si è unita al gruppo ed ha mangiato insieme alle altre galline.

Ho curato e salvato una gallina ovaiola

Conclusioni

Sono particolarmente contento di aver curato e salvato una gallina ovaiola ma soprattutto del comportamento che questa gallina in isolamento ha mantenuto con me, mi sono ritrovato a parlare come parlo al mio cane…incredibile!

Se mai vi dovesse capitare una cosa del genere vi posso consigliare alcune cose:

  • isolare la gallina;
  • metterla al caldo e da sola;
  • chiamare un veterinario;
  • provare a curarla!

Se volete cimentarvi nella costruzione della rete perimetrale del pollaio, vi propongo questo mio video:

Vi propongo poi il video di come ho disinfestato il ricovero notturno da eventuali pidocchi, acari ed animali striscianti:

Buon lavoro!

Forse ti può interessare:

Se sei alla ricerca di un utensile per l’orto e la campagna come: rasaerba, decespugliatore, biotrituratore, motosega da potatura, motocoltivatore o motozappa, prima di acquistarlo puoi leggere i miei approfondimenti su come si usano e quale scegliere, a seconda delle tue esigenze e del budget a disposizione! Potresti risparmiare tempo e denaro!

logo rasaerba
Decespugliatore a scoppio, a batteria o elettrico. Quale scegliere?Biotrituratore a scoppio, elettrico ed a cardano. Quale scegliere?
Guida alla scelta della motosega da potaturaMotocoltivatore o Motozappa? Guida alla scelta

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

Iscriviti al mio canale YouTube

Nota: mi piace essere corretto con il lettore, quindi voglio dirti che i link che portano ad Amazon sono link affiliati. Se hai trovato utile questo articolo e se vuoi aiutare questo blog a crescere, puoi acquistare attraverso questi link, Amazon riconoscerà a questo blog qualche centesimo e tu non pagherai nulla di più. Se invece deciderai di non seguire questi link non importa, ti ringrazio infinitamente di aver letto questo mio articolo e spero rivederti presto su queste pagine!

- Advertisment -

Ultimi Articoli