giovedì, Novembre 25, 2021
Home Biomassa Se usi il pellet puoi risparmiare con il nocciolino. Costi e resa!

Se usi il pellet puoi risparmiare con il nocciolino. Costi e resa!

Se per il riscaldamento della vostra abitazione usate il pellet, soprattutto in caso di utilizzo con la caldaia, forse questo articolo vi può interessare. Non tutti sanno che il nocciolino è una valida alternativa al pellet. Analizziamo costi e resa!

GPL, metano, pellet o…nocciolino?

Chi ha utilizzato il metano o, peggio, il GPL, sa bene quale risparmio comporta l’uso del pellet.

Se invece state già utilizzando il pellet, avete visto come nel giro di pochi anni siamo passati da 3,50 euro a oltre i 5,70 euro al sacco da 15 Kg, costo divenuto insostenibile per molte famiglie, soprattutto se si deve scaldare una casa di campagna scarsamente isolata.

Solo il pellet in offerta, quando lo si acquista nel periodo prestagionale (o se lo si trova in offerta), permette un discreto risparmio economico, altrimenti non ci si discosta molto dal prezzo di € 5,00 al sacco.

Cos’è il nocciolino

Premessa: non tutte le stufe e le caldaie a pellet sono idonee a bruciare altri tipi di biomassa (nocciolino, cippato, gusci di frutta secca ecc.). Vi conviene informarvi dal produttore o sui vari siti e forum, leggendo le esperienze di chi ha la vostra stessa stufa.

Per ovviare a questo problema, ho provato il nocciolino, ovvero le nocciole delle olive essiccate e sminuzzate.

Il nocciolino a cui mi riferisco in questo articolo è quello di sansa vergine, mentre quello di sansa esausta è più adatto alle caldaie industriali.

nocciolino e pellet

Il nocciolino è uno scarto di lavorazione della spremitura delle olive, quello di sansa vergine si ottiene dalla sansa vergine mediante centrifugazione. Il prodotto che ne deriva è ecologico al 100%. Ha una forma granulosa, contiene poca umidità, lo si imbusta e lo si trasporta esattamente come il pellet, non subisce danni da urto in quanto la sua conformazione è molto dura.

Il potere calorifico del nocciolino, anche se è difficile reperire dati ufficiali, varia tra i 4,5 ed i 6,5 KWh/Kg, molto dipende anche dal tasso di umidità. I residui di cenere sono di circa il 4%.

Per mia esperienza, vi posso dire che il nocciolino rende mediamente il 20% in più rispetto al pellet.

Come si accende il nocciolino

Il nocciolino viene acceso dalla stufa esattamente nello stesso modo del pellet, non vi sono differenze.

Elenco della resa calorica delle principali biomasse

Pregi e difetti del nocciolino in sintesi

Per utilizzare il nocciolino occorre fare alcune premesse, ci sono dei compromessi da accettare, ma se pensate che un sacco da 15 Kg costa intorno ai 2-3,50 euro, e che la resa è maggiore rispetto al pellet, ecco che forse vale la pena approfondirli.
  • Pregi: costa poco, i prezzi sono di circa 20-22 € al quintale, lo si può usare su tutte le caldaie e le stufe a biomassa.
  • Difetti: ha una percentuale di cenere superiore al pellet, quindi sporca di più sia il braciere che i tubi. Emana un odore diverso da quello del pellet, soprattutto in fase di accensione.
LEGGI ANCHE: Irrigazione dell’orto con Sonoff 4ch Pro con WiFi e smartphone

Nocciolino in offerta

In questo momento ho trovato una buona offerta su Amazon:

nocciolino per caldaia a pellet
nocciolino per caldaia a pellet

Quando leggerete questo articolo bisognerà assicurarsi della validità dell’offerta.

Approfondimento sugli svantaggi del nocciolino

Innanzitutto i residui di cenere del nocciolino sono superiori rispetto al miglior pellet, quindi, se avete una caldaia non autopulente, ogni giorno dovrete pulire il braciere, consiglio poi di utilizzare periodicamente un prodotto per pulire dalla fuliggine, come il distruttore della fuliggine della Diavolina, lo trovate nei supermercati.

diavolina pellet
diavolina pellet

Per pulire il vetro, invece, i prodotti in commercio sono quasi tutti buoni, io mi sto trovando bene con il Fuliggi Stop Detergente prodotto da Rhütten.

fuliggi stop
fuliggi stop

Altro punto a sfavore dell’utilizzo del nocciolino è l’odore della combustione, che è più acre di quello del pellet.
Il nocciolino lo trovate meno facilmente rispetto al pellet ma online ci sono numerosi rivenditori che lo consegnano su comodi pallet fino a casa.

Uso del nocciolino: vantaggi

Il nocciolino ha il vantaggio di rendere di più rispetto al pellet, io ho notato circa il 20% di differenza, che a fine anno fa la differenza. Inoltre il costo per sacco da 15 Kg è nettamente inferiore.

Parametri della stufa a pellet con il nocciolino

Si dovranno cambiare alcuni parametri della stufa o caldaia a pellet, io ho impostato una velocità della coclea inferiore del 20% ed un giro fumi superiore del 20%, però dovrete perderci un po’ di tempo per trovare il settaggio corretto.
Se, come me, avete tre scelte di menù, dette ricette, potete modificarne solo una per quando la utilizzate a nocciolino.
Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, giardinaggio, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

 

Modifica al braciere per l’uso del nocciolino

Ultima avvertenza, se avete una caldaia a pellet classica, dovete modificare il braciere (se non è autopulente), per questo vi occorre una rete metallica con fori da 3 mm da appoggiare sopra al fondo del braciere, altrimenti il nocciolino cadrà senza bruciare.

Video con la modifica alla mia caldaia a pellet

Il nocciolino è una valida alternativa al pellet

Comunque, se passate a nocciolino e se usate almeno un sacco al giorno, risparmiare sino a 250-300 euro all’anno è molto semplice.

Se siete interessati alle biomassa presenti sul mercato, vi consiglio di leggere questo approfondimento, che prende in considerazione le migliori alternative al pellet, come: Mais,
Noccioli tritati della frutta (pesca, ciliegia ed albicocca) e Gusci di frutta secca tritati.

gusci di frutta secca

Vuoi produrre il pellet da solo?

Partendo dal presupposto che abbiate la materia prima (alberi, potature ecc), potete pensare di farvi da soli il pellet. Anche se questo richiede un investimento nella cippatrice e nella pellettatrice, non è impossibile da realizzare come progetto.

Vi propongo alcuni approfondimenti della principale attrezzatura occorrente:

Altro progetto per la caldaia a pellet: Gruppo di Continuità

Sempre riguardo alle nostre fonti di calore, se vi può interessare, ho realizzato una guida per la costruzione di un gruppo di continuità per salvaguardare la stufa o la caldaia a pellet, la trovate a questo indirizzo. Se siete interessati ad un progetto simile, vi consiglio questo UPS: APC SMT1000IC, ha una potenza di 700W ed ha le stesse caratteristiche di quello che ho utilizzato io, a parte la potenza (il mio è meno potente).

Vi lascio, per comodità, le schede con le caratteristiche tecniche sia dell’UPS che ho utilizzato io, sia della versione leggermente più potente.

Aggiornamento settembre 2021: lo scorso anno il mio UPS APC ha smesso di funzionare, ne ho acquistato uno nuovo, un VulTech Pure 1000VA, di categoria e prezzo inferiori, sufficiente solo per alimentare la caldaia a pellet per pochi minuti e non in fase di accensione.

Test UPS VulTech Pure 1000VA per stufa a pellet

Se vi interessa, è disponibile anche il video:

Iscriviti al mio canale YouTube!Avvertenza: non mi assumo alcuna responsabilità per eventuali danni provocati a cose e persone, io uso il nocciolino da un anno e sono molto soddisfatto, se avete dubbi vi consiglio di consultare il vostro tecnico di fiducia.

Buon lavoro!

Note: articolo aggiornato a settembre 2021. Fonte immagine di copertina

Forse ti può interessare:

Se sei alla ricerca di un utensile per l’orto e la campagna come: rasaerba, decespugliatore, biotrituratore, motosega da potatura, motocoltivatore o motozappa, prima di acquistarlo puoi leggere i miei approfondimenti su come si usano e quale scegliere, a seconda delle tue esigenze e del budget a disposizione! Potresti risparmiare tempo e denaro!

logo rasaerba
Decespugliatore a scoppio, a batteria o elettrico. Quale scegliere? Biotrituratore a scoppio, elettrico ed a cardano. Quale scegliere?
Guida alla scelta della motosega da potatura Motocoltivatore o Motozappa? Guida alla scelta

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

Iscriviti al mio canale YouTubeNota: mi piace essere corretto con il lettore, quindi voglio dirti che i link che portano ad Amazon sono link affiliati. Se hai trovato utile questo articolo e se vuoi aiutare questo blog a crescere, puoi acquistare attraverso questi link, Amazon riconoscerà a questo blog qualche centesimo e tu non pagherai nulla di più. Se invece deciderai di non seguire questi link non importa, ti ringrazio infinitamente di aver letto questo mio articolo e spero rivederti presto su queste pagine!

4 Commenti

  1. Ciao Orso, ti seguo sempre con piacere, i tuoi video su YouTube e i tuoi articoli sono sempre ricchi di contenuti molto interessanti e mai banali. Vorrei chiederti se potresti approfondire con qualche video o articolo nel blog l’argomento sulle energie alternative, soprattutto sulla caldaia a pellet o a nocciolino. Sarei molto interessato all’argomento.

    Ti ringrazio anticipatamente e ti saluto

  2. Ciao Orso sono in colpevole ritardo ma non mi è arrivata la notifica della tua risposta e mi sono accorto adesso. Mi piacerebbe vedere un video con infarinatura generale sulla caldaia a pellet, utile per chi come me non ne ha mai vista una ma ne ha solo sentito parlare e avrebbe intenzione di sostituire la vecchia caldaia a metano con una a pellet. Insomma capire un po’ i vantaggi e i possibili svantaggi.
    Se non ti disturbo e mi dai il consenso ti scrivo su Instagram così possiamo avere un contatto più diretto e immediato. Ti ringrazio anticipatamente
    Ciao

Most Popular

Come eliminare la fumaggine degli agrumi. Gratis o quasi!

Una delle patologie che colpisce più di frequente i nostri alberi di agrumi è la fumaggine. Vediamo come eliminarla con trattamenti completamente biologici e...

Come coltivare i Peperoni nell’orto in estate ed in serra in autunno!

In questo articolo vediamo come si coltiva il peperone dolce nell'orto biologico. Parliamo del terreno ideale, della concimazione, dell'irrigazione e qualche consiglio...

Come si coltivano gli spinaci

In autunno ed in primavera è possibile seminare in pieno campo gli spinaci. In questo articolo vediamo come si coltivano gli spinaci, che tipo...

Come coltivare i funghi Cardoncelli in casa con le ballette già pronte

L'autunno è il periodo migliore per consumare funghi freschi. Chi li conosce bene li può raccogliere in natura con le autorizzazioni del caso, altrimenti...