Sunday 29 January 2023
HomePollaioCome inserire una nuova gallina nel pollaio

Come inserire una nuova gallina nel pollaio

Se mi seguite da un po’, saprete di certo che allevo gallina ovaiola. In questo articolo vi parlo di come inserire una nuova gallina nel pollaio in tutta sicurezza, senza il pericolo che venga ferita dalle galline anziane.

Table of Contents

Le nostre galline ovaiole

Gli anni scorsi, con il vecchio pollaio, siamo stati spesso oggetto di razzia da parte di predatori come la volpe e la faina. Certo, è la legge della natura, ma rimane sempre un senso di profonda tristezza e frustrazione nel vedere le proprie galline fatte a brandelli.

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, giardinaggio, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

Per questo motivo quest’anno, dopo l’ennesimo attacco, visto che il pollaio era ormai vuoto, ho deciso di smantellare tutto e di ricominciare daccapo. Se siete interessati a come costruire un pollaio a prova di predatore, vi propongo il mio articolo sul mio nuovo pollaio fai da te.

Ovviamente abbiamo mantenuto il ricovero notturno e la porta automatica (i soldi meglio spesi della mia vita).

porta automatica del pollaio
porta automatica del pollaio

Esempi di ricoveri notturni per le galline

Come inserire una nuova gallina al pollaio

Tutta questa premessa per arrivare al nocciolo dell’articolo: come inserire una nuova gallina nel pollaio.

Le cose da fare affinché le altre galline non la feriscano sono sostanzialmente tre:

  • Cercare di non prendere mai una nuova gallina da sola ma almeno in coppia, cosi che si facciano compagnia i primi giorni di isolamento;
  • Inserire le nuove galline all’interno del ricovero notturno in orario serale, quando le altre sono già a dormire;
  • Il mattino seguente, separare con una rete le nuove galline dalle altre e mettere loro cibo ed acqua.

Questa operazione va fatta per qualche giorno, ho visto che a seconda della gerarchia che vige nel pollaio, i tempi vanno da pochi giorni a 2-3 settimane.

galline ovaiole

In pratica le nuove galline devono acquisire “l’odore” del pollaio, per questo andrebbero inserite nel ricovero notturno di notte, mentre di giorno si devono vedere e conoscere ma senza un contatto fisico diretto.

Dobbiamo dare alle vecchie galline il tempo di abituarsi alle nuove, mentre a quest’ultime dobbiamo dare il tempo di ambientarsi.

Le galline hanno un olfatto molto sviluppato e se ne servono anche per identificare i propri simili. Con questa accortezza, nel giro di pochissimi giorni, le nuove arrivate verranno sicuramente accettate.

Iscriviti al mio canale YouTube!Dopo il periodo di isolamento diurno è possibile rimuovere la rete che le divide. Osservate a distanza e non vi spaventate se le nuove galline verranno attaccate dalle vecchie, soprattutto se si avvicinano al cibo.

Questo comportamento è normale e serve per stabilire la gerarchia all’interno del pollaio. E’ probabile anche che le nuove galline si nascondano per qualche ora al giorno, non bisogna allarmarsi, è normale

Quando bisogna intervenire dopo l’inserimento di una o più galline

Consiglio di controllare spesso, a distanza, il comportamento delle galline i primi giorni dopo che la rete divisoria è stata rimossa, se notate che qualche giovane esemplare viene ripetutamente colpita dalle anziane, significa che il processo di integrazione non è ancora completato, quindi consiglio di rimettere la rete divisoria.

Attenzione, se la nuova gallina dovesse essere ferita seriamente, occorre separarla quanto prima e curarla, magari con l’aiuto di un veterinario. Se non si interviene gli attacchi possono continuare sino alla sua morte.

-LEGGI ANCHE: Come proteggere il pollaio dal freddo dell’inverno

I primi giorni della nuova gallina

Il mio caso è stato diverso, me l’hanno consegnata al mattino e quindi, pur con tutte le precauzioni, ho dovuto inserire la gallina nera di mattina in un’area separata da una rete.

Ci sono voluti 3-4 giorni perché si integrasse ed ancora ora, spesso, dorme fuori dal ricovero notturno, con tutti i rischi che ne derivano. Ovviamente la zona è recintata!

galline ovaiole

Generalmente, però, se seguite l’indicazione che vi ho scritto poco sopra, non avrete alcun problema.

Il cibo alla nuova gallina

Se avete solo una mangiatoia (qui il mio articolo su cosa do da mangiare alle galline ovaiole), molto probabilmente, almeno per i primi giorni, la gallina dominante non farà avvicinare al cibo la nuova arrivata.

Io ho risolto aggiungendo del cibo in un posto lontano dalla mangiatoia, dopo che ho smosso quest’ultima, le galline si precipitano a mangiare, a quel punto verso delle granaglie nel lato opposto del pollaio.

galline ovaiole

Vedrete che dopo un po’ la nuova arrivata mangerà nel contenitore separato in quanto la gallina alfa sarà occupata a mangiare dalla mangiatoia.

Dopo un paio di settimane potete smettere, saranno sicuramente “tutte amiche”!

LEGGI ANCHE: Cosa mangiano le galline ovaiole

Vale la pena avere galline ovaiole?

Avere galline ovaiole per la produzione di uova è, secondo me, una buona cosa per avere proteine fresche non animali e completamente biologiche.

La cosa migliore sarebbe quelle di farle razzolare libere, in ampi spazi verdi, purtroppo non sempre questo è possibile per la presenza di numerosi predatori, in tal caso consiglio di realizzare una buona rete di recinzione e di integrare il cibo con dell’erba fresca, tutti i giorni.

E se una gallina si ammala?

Mi è successo anche questo, non vi svelo nulla perché vi invito a leggere l’articolo su come ho curato una gallina ma, soprattutto, a guardare questo video. Visto il lieto fine posso dire di essere contento di com’è andata!

Iscriviti al mio canale YouTube!In questo articolo abbiamo visto come inserire una nuova gallina nel pollaio, l’operazione è molto semplice ma bisogna tenere in mente quei pochi accorgimenti per far si che le nuove arrivate non vengano ferite!

Buon lavoro!

Nota: Articolo aggiornato a Dicembre 2020.

Forse ti può interessare:

Se sei alla ricerca di un utensile per l’orto e la campagna come: rasaerba, decespugliatore, biotrituratore, motosega da potatura, motocoltivatore o motozappa, prima di acquistarlo puoi leggere i miei approfondimenti su come si usano e quale scegliere, a seconda delle tue esigenze e del budget a disposizione! Potresti risparmiare tempo e denaro!

logo rasaerba
Decespugliatore a scoppio, a batteria o elettrico. Quale scegliere?Biotrituratore a scoppio, elettrico ed a cardano. Quale scegliere?
Guida alla scelta della motosega da potaturaMotocoltivatore o Motozappa? Guida alla scelta

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

Iscriviti al mio canale YouTube

Nota: mi piace essere corretto con il lettore, quindi voglio dirti che i link che portano ad Amazon sono link affiliati. Se hai trovato utile questo articolo e se vuoi aiutare questo blog a crescere, puoi acquistare attraverso questi link, Amazon riconoscerà a questo blog qualche centesimo e tu non pagherai nulla di più. Se invece deciderai di non seguire questi link non importa, ti ringrazio infinitamente di aver letto questo mio articolo e spero rivederti presto su queste pagine!

Ultimi Articoli