...
Wednesday 17 August 2022
HomeOrtoLa peronospora del pomodoro: due metodi per prevenirla

La peronospora del pomodoro: due metodi per prevenirla

In questo articolo vi parlo della peronospora del pomodoro e di due metodi per prevenirla. Vedremo due metodi alternativi che, in questi anni, mi hanno dato ottimi risultati.

Table of Contents

Cos’è la peronospora

La peronospora è una malattia crittogamica provocata da un microrganismo patogeno fungino Phytophthora infestans che colpisce la pianta dei pomodori ma anche altre solanacee, come le patate, i peperoni e le melanzane.

Il fungo attacca le foglie della pianta, all’inizio si manifesta sulle foglie sotto forma di macchie grigiastre per poi diventare marroni (necrotizzate) sino a farle seccare completamente, in breve tempo si arriva alla morte della pianta.

peronospora pomodoro
peronospora pomodoro

La peronospora, per manifestarsi, necessita di particolari condizioni climatiche, generalmente un clima caldo ed un elevato tasso di umidità.

Come si previene la peronospora

Purtroppo la peronospora si può soltanto prevenire, se invece la malattia è già in atto, la si può soltanto rallentare, ecco perché è buona norma seguire pochi, ma importanti passaggi per fare in modo di non far “ammalare” le piante dei pomodori (ma lo stesso discorso vale anche per le patate, peperoni e melanzane).

Ecco il risultato di una buona prevenzione delle cimici e della peronospora, foto scattata al termine della stagione 2020 (settembre/ottobre):

APPROFONDIMENTO: Come si coltivano i pomodori (video)

Cosa usare sui pomodori per prevenire la peronospora

Sino a questo momento abbiamo visto le buone pratiche agronomiche per minimizzare la possibilità di contrarre la peronospora. E’ però buona norma integrarle utilizzando prodotti a base di rame (poltiglia bordolese) o un tris di prodotti biologici (tannino di castagno, bentonite e caolino).

poltiglia bordolese peronospora pomodori
poltiglia bordolese peronospora pomodori
preparazione tannino di castagno, bentonite e caolino
preparazione tannino di castagno, bentonite e caolino

Li ho utilizzati entrambi per anni e ve ne parlo nei prossimi capitoli.

APPROFONDIMENTO: come eliminare le cimici dai pomodori

Prevenire la peronospora con la Poltiglia Bordolese

La Poltiglia Bordolese è un fungicida rameico a base di solfato di rame pentaidrato (CuSO4·5H2O, a pH acido) e idrossido di calce ed è indicato per la prevenzione, tra le altre cose, della peronospora.

Poltiglia bordolese
Poltiglia bordolese per la prevenzione della peronospora del pomodoro

La Poltiglia Bordolese è conosciuta da tempo, è ammessa in agricoltura biologica ed agisce per contatto fogliare. Ciò vuol dire che, in caso di pioggia, la soluzione viene dilavata dalle foglie vanificandone l’effetto.

Video sulla Poltiglia Bordolese per prevenire la peronospora del pomodoro

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, giardinaggio, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

Uso della Poltiglia Bordolese

Per prevenire la peronospora sui pomodori, il primo trattamento di Poltiglia Bordolese lo si può fare non appena si è messo a dimora le piantine di pomodoro.

Per le dosi bisogna fare riferimento alle istruzioni di ogni singola confezione, queste possono variare a seconda delle percentuali dei componenti utilizzati. Generalmente si utilizzano dai 5 ai 10 grammi/litro.

Si irrora in orario serale ogni singola piantina, compreso qualche centimetro di terreno circostante, facendo attenzione a bagnare bene tutte le foglie.

Attenzione: non usare prodotti a base di rame con temperature superiori a 28°C.

In questo video, dal minuto 23.00, mostro la preparazione e la successiva irrorazione della poltiglia bordolese sui pomodori.

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, giardinaggio, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

Approfondimento sulla Poltiglia Bordolese
Dove acquistare la Poltiglia Bordolese

I preparati a base di rame si utilizzano da molto tempo, bisogna però sapere che il rame è un metallo che tende a depositarsi nel terreno e, in ultima analisi, rientra nel ciclo delle piante attraverso i frutti, che poi mangiamo.

APPROFONDIMENTO: Marciume apicale o “culo nero” del pomodoro: cosa fare?

Prevenire la peronospora con tannino di castagno, bentonite e caolino

Negli ultimi anni ho abbandonato la Poltiglia Bordolese e l’ho sostituita, con grande soddisfazione, con questo tris di prodotti naturali, ovvero: il tannino di castagno, la bentonite ed il caolino.

I preparati in questione sono ammessi in agricoltura biologica e li possono utilizzare tutti, anche se sprovvisti di patentino.

BENTONITE - CAOLINO - TANNINO DI CASTAGNO -BIOKI - logo

Nello specifico sono tre diversi composti da utilizzare contemporaneamente, in quanto si completano l’uno con l’altro ed offrono un’azione preventiva e protettiva non solo contro l’alternaria, la ticchiolatura, l’oidio delle zucchine e la peronospora dei pomodori (ma anche delle melanzane, patate, peperoni ecc.), ma anche con alcuni insetti dannosi per l’orto come la cimice (verde ed asiatica), la tuta absoluta del pomodoro e gli afidi.

PIANTE CON CAOLINO

Vediamoli nel dettaglio.

Tannino di castagno

E’ derivato dall’estrazione acquosa del legno di castagno, è un concentrato di sostanze polifenoliche ed è classificato come corroborante per le piante.

ESTRATTO DI CASTAGNO BIOKI
Tannino di castagno BIOKI

Lo si può dare sia per via radicale che fogliare e, una volta che è stato irrorato sulle piante (con una pompa a batteria o manuale), forma sulle foglie e sui frutti una pellicola adesiva che ha le seguenti particolarità:

  • riduce l’evaporazione e la traspirazione durante i periodi più caldi;
  • aiuta i tessuti a cicatrizzarsi (magari dopo una grandinata);
  • minimizza la spaccatura dei frutti;
  • aumenta la resistenza contro funghi e batteri;
  • risulta sgradevole per insetti come le cimici;

Se utilizzato per via radicale migliora la microflora delle radici, con tutti i benefici connessi.

Dosi del tannino di castagno per trattamento fogliare: 3 grammi/litro

Il suo massimo effetto lo si ha se lo si usa con le polveri di roccia, e nel tris che utilizzo generalmente ne vediamo due, da utilizzare contemporaneamente.

Scheda del Tannino di Castano e dove acquistarlo.

APPROFONDIMENTO: Perché le foglie dei pomodori si arricciano? 

La Bentonite

Le piogge costanti e l’umidità sono all’origine delle malattie fungine, come la peronospora e l’oidio. Se riusciamo ad assorbire l’acqua dalle foglie, riduciamo il rischio di incorrere in questi problemi.

Bentonite BIOKI
Bentonite BIOKI

La bentonite è un’argilla in grado di assorbire l’acqua e l’umidità dalle foglie e dai frutti. E’ di origine vulcanica ed è composta da Ossido di silicio, magnesio e alluminio, oltre che da microelementi utili alla salute della pianta.

Oltre a questo, ha un’azione adesivante ed è spesso utilizzata in combinazione con altri prodotti. La sua capacità di inglobare l’acqua e l’umidità fa si che si formi una sorta di gel impermeabilizzante, utile per contrastare sia le malattie fungine che gli insetti.

La bentonite è una polvere che si miscela nell’acqua, nel nostro caso con il tannino di castagno e con il caolino.

Dosi per l’impiego della bentonite: 4 grammi/litro

Scheda della Bentonite Bioki e dove acquistarla.
Approfondimento sull’utilizzo di questi prodotti.

Il Caolino

Il caolino è una roccia sedimentaria, costituita da argilla di silicato d’alluminio. In agricoltura trova ampio impiego sugli ulivi per la lotta alla mosca dell’olivo, ma viene impiegato anche in altri campi: medico, edilizia e nella realizzazione di porcellane.

Caolino BIOKI
Caolino BIOKI

In orticoltura viene utilizzato per le seguenti caratteristiche:

  • crea un film sottile sulle foglie e sui frutti riducendo le radiazioni ultraviolette ed infrarosse, senza ostacolare i processi vitali;
  • Ostacola meccanicamente l’azione degli insetti dannosi (cimici, afidi, tuta absoluta, ecc), confondendo gli insetti che così faticano a trovare le nostre colture;
  • Previene le scottature solari, sia dei frutti che delle foglie, in quanto ha una capacità di rifrazione della luce sino al 70%;
  • Dal momento che riflette i raggi infrarossi, permette alla pianta di avere temperature inferiori;
  • Una volta irrorato sulla pianta ed asciugatosi, forma un film sottile di colore bianco;
  • Protegge le piante dalle forti temperature e dagli attacchi di insetti dannosi;
  • Lo si può usare anche sulle piante da frutto oltre che sugli olivi;

Dosi per l’uso del caolino: 40 grammi/litro.

Scheda del caolino BioKi e dove acquistarlo.

Video sull’utilizzo della bentonite, caolino e tannino di castagno contro le cimici e la peronospora del pomodoro

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, giardinaggio, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

Conclusioni

Abbiamo visto la peronospora del pomodoro e due metodi per prevenirla, personalmente utilizzo soltanto il tris di prodotti di cui sopra, i vantaggi sono evidenti non solo per la prevenzione della peronospora, ma che per evitare le infestazioni delle cimici verdi ed asiatiche, della tuta absoluta e per minimizzare la scottatura dei frutti.

Nella mia zona i pomodori si coltivano sino a settembre inoltrato, avere piante sane sino alla fine della coltivazione non ha prezzo!

Per comodità vi riassumo i tre componenti biologici e la poltiglia bordolese di questo articolo:

Buon lavoro!

Link immagine di copertina

Forse ti può interessare:

Se sei alla ricerca di un utensile per l’orto e la campagna come: rasaerba, decespugliatore, biotrituratore, motosega da potatura, motocoltivatore o motozappa, prima di acquistarlo puoi leggere i miei approfondimenti su come si usano e quale scegliere, a seconda delle tue esigenze e del budget a disposizione! Potresti risparmiare tempo e denaro!

logo rasaerba
Decespugliatore a scoppio, a batteria o elettrico. Quale scegliere?Biotrituratore a scoppio, elettrico ed a cardano. Quale scegliere?
Guida alla scelta della motosega da potaturaMotocoltivatore o Motozappa? Guida alla scelta

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

Iscriviti al mio canale YouTube

Nota: mi piace essere corretto con il lettore, quindi voglio dirti che i link che portano ad Amazon sono link affiliati. Se hai trovato utile questo articolo e se vuoi aiutare questo blog a crescere, puoi acquistare attraverso questi link, Amazon riconoscerà a questo blog qualche centesimo e tu non pagherai nulla di più. Se invece deciderai di non seguire questi link non importa, ti ringrazio infinitamente di aver letto questo mio articolo e spero rivederti presto su queste pagine!

Ultimi Articoli

Optimized by Seraphinite Accelerator
Turns on site high speed to be attractive for people and search engines.