Sunday 29 January 2023
HomeOrtoMini serra di germinazione per coltivare le proprie piantine

Mini serra di germinazione per coltivare le proprie piantine

Tra poche settimane, almeno per chi abita al centro nord, si potrà iniziare a seminare in un semenzaio riscaldato. Vi presento un kit completo di quasi tutto, una mini serra di germinazione per iniziare a coltivare in proprio le piantine.

Table of Contents

Video sulla mini serra di germinazione

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, giardinaggio, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

 

Il semenzaio riscaldato per la germinazione dei semi

Se si vogliono coltivare le piantine dell’orto (video sul mio orto) partendo dai semi, soprattutto nelle zone climatiche fredde, occorre riscaldare in qualche modo gli alveoli che contengono il terriccio da semina.

Lo scorso anno vi avevo parlato del Germbox fatto in casa, semplice ed efficiente:

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, giardinaggio, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

 

Cos’è il Semenzaio riscaldato

Il semenzaio è una struttura dedicata alla germinazione dei semi e può essere dotata, o meno, di riscaldamento. Al suo interno si sviluppano le piantine sino al loro trapianto in piena terra, che avviene tra marzo e maggio, a seconda del clima.

Per raggiungere questo scopo occorrono pochi componenti (per il semenzaio esterno):

semenzaio
semenzaio esterno

Se invece il semenzaio lo si fa in casa, occorre:

semenzaio riscaldato
semenzaio riscaldato

Lo starter kit per la germinazione dei semi

Lo starter kit per la germinazione dei semi, oggetto di questo articolo, può ospitare un massimo di 60 piantine, non sono molte ma sono più che sufficienti per iniziare a fare pratica con la coltivazione indoor.

Starter kit di germinazione
Starter kit di germinazione

Questo kit è composto da:

  • 5 vassoi;
  • 5 contenitori da 12 alveoli cad.;
  • 5 coperchi con sistema di regolazione dell’umidità;
  • 5 faretti LED a luce bianca;
  • 1 tappetino riscaldante;
  • 2 utensili;
  • 10 segna piantine.

In pratica, per iniziare a coltivare le proprie piantine, mancano soltanto due componenti:

Come funziona questo kit di germinazione

Il suo funzionamento è molto semplice: si inseriscono gli alveoli nei vassoi e si appoggia il coperchio per chiudere il tutto.

Starter kit di germinazione
Starter kit di germinazione

Sul coperchio va montato il faretto LED, lo si deve incastrare e, ruotando, può regolare l’umidità interna del semenzaio, aprendo o meno i 4 fori disponibili.

Starter kit di germinazione
Starter kit di germinazione
Starter kit di germinazione
Starter kit di germinazione

I 5 faretti vanno collegati al connettore in dotazione che, a sua volta, va connesso al carica batterie dello smartphone.

Starter kit di germinazione
Starter kit di germinazione

Il tappetino riscaldante

Le vaschette si appoggiano sul tappetino, non ci stanno per intero, alcune avranno qualche alveolo all’esterno ma poco male, il calore interno si propaga ugualmente.

Il tappetino raggiunge una temperatura di circa 31°C, ha un termostato interno non regolabile, quindi raggiunta la temperatura di esercizio si scollega da solo.

31°C è la temperatura ideale per la germinazione dei peperoncini, peperoni, melanzane e pomodori.

APPROFONDIMENTO: Calendario di semina degli ortaggi

I faretti LED

I faretti LED in dotazione sono composti da 4 LED non regolabili di intensità, sono a luce bianca, quindi nulla di così sofisticato come una lampada LED professionale, ma per iniziare ci si può accontentare.

Si collegano al carica batterie del cellulare che non è in dotazione ma attenzione, questo va collegato ad un temporizzatore, anch’esso non in dotazione, che serve per dare le giuste ore di buio alle piantine, io ho sempre impostato 16 ore di luce ed 8 ore di buio.

Temporizzatore

Il terriccio per la semina

Il terriccio è, al pari della qualità dei semi, uno dei componenti più importanti per avere piantine forti. Se non trovate terricci professionali nei vivai, potete utilizzare il terriccio prodotto da Compo (ma ne trovate anche di altre marche).

terriccio da semina
terriccio da semina

Se posso darvi un consiglio, investite qualche euro in più sul terriccio, quello del supermercato, per esperienza personale, non lo prendo più, ho avuto numerosi casi di parassiti all’interno del panetto della piantina.

L’ossigenazione delle radici con la Perlite

Uno dei problemi che affliggono maggiormente le semine negli alveoli (in serra) è rappresentato dal compattamento del terriccio che, col tempo, può portare a ristagni idrici ed al soffocamento delle radici.

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, giardinaggio, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite!

 

Queste infatti, oltre all’acqua, hanno bisogno anche dell’ossigeno per svilupparsi. La perlite assolve a questo loro bisogno, creando degli spazi ricchi di ossigeno intorno alle radici e, contemporaneamente, evita il ristagno idrico in caso di irrigazioni abbondanti.

Sempre restando in tema di irrigazione, attenzione a non esagerare altrimenti, oltre a danneggiare i semi e le piantine, si può incorrere anche nella formazione di muffa.

Perché si forma la muffa sul terriccio delle piante

Le cause che possono portare alla formazione della muffa sul terriccio delle piante poste in serra sono più di una:

Video su come eliminare la muffa nel semenzaio o in serra
  • Scarsa ventilazione interna;
  • Eccessiva umidità;
  • Irrigazioni troppo frequenti.

Approfondimento sulla muffa in semenzaio.

Perché le piantine in semenzaio filano?

Affinché le piantine in semenzaio nate dai semi si sviluppino correttamente all’interno della nostra abitazione, occorre la giusta combinazione di più fattori:

  • Temperatura non eccessiva: bastano 18-23 °C;
  • Giusta umidità ambientale, circa l’85% per i primi giorni di vita;
  • Un buon terriccio da semina;
  • La giusta annaffiatura;
  • La giusta ventilazione contro la formazione di muffe;
  • La giusta quantità e qualità di luce.
germoglio filato
germoglio filato

Approfondimento sulle piantine che filano in semenzaio

Conclusioni

Con questa mini serra di germinazione è possibile iniziare a coltivare le proprie piantine in casa, si può fare esperienza e poi decidere se ampliare il kit o acquistare nuovi componenti più professionali, come lampade LED, vaschette e terriccio di alta qualità.

Vi lascio alcuni approfondimenti, è un mondo affascinante che può regalare grandi soddisfazioni e, contemporaneamente, può fare risparmiare molti soldi se si ha un orto!

Forse ti può interessare:

Se sei alla ricerca di un utensile per l’orto e la campagna come: rasaerba, decespugliatore, biotrituratore, motosega da potatura, motocoltivatore o motozappa, prima di acquistarlo puoi leggere i miei approfondimenti su come si usano e quale scegliere, a seconda delle tue esigenze e del budget a disposizione! Potresti risparmiare tempo e denaro!

Decespugliatore a scoppio, a batteria o elettrico. Quale scegliere? Biotrituratore a scoppio, elettrico ed a cardano. Quale scegliere?
Guida alla scelta della motosega da potatura Motocoltivatore o Motozappa? Guida alla scelta

Iscriviti al mio canale YouTube! Ogni settimana un nuovo video su: orto, riscaldamento a biomassa, animali da cortile, fai da te ed attrezzatura in campagna. Dopo l’iscrizione attiva la campanella per rimanere sempre aggiornato sulle ultime uscite! Iscriviti al mio canale YouTube

Nota: mi piace essere corretto con il lettore, quindi voglio dirti che i link che portano ad Amazon e ad AgriEuro sono link affiliati. Se hai trovato utile questo articolo e se vuoi aiutare questo blog a crescere, puoi acquistare attraverso questi link, Amazon ed AgriEuro riconosceranno a questo blog qualche centesimo e tu non pagherai nulla di più. Se invece deciderai di non seguire questi link non importa, ti ringrazio infinitamente di aver letto questo mio articolo e spero rivederti presto su queste pagine!

Ultimi Articoli